S17 - Costruzione di un ponte "tibetano"

S17 - Costruzione di un ponte "tibetano"

Copyright: Carasc - Città di Bellinzona


Promotore/i:
• Comune delle Centovalli

Localizzazione: Territorio delle Centovalli (Moneto-Palagnedra)

Asse/i tematico/i:
• Settore terziario – Turismo;
• Società

Obiettivi generali:
• Affermare il comune delle Centovalli tra le destinazioni turistiche della regione del Locarnese;
• Operare affinché il Comune delle Centovalli rimanga una regione vitale

Obiettivi specifici:
• Sviluppare e migliorare la qualità delle infrastrutture turistiche e culturali;
• Promuovere e comunicare autonomamente le potenzialità turistiche e culturali del comune delle Centovalli;
• Elaborare un'offerta di prodotti e servizi turistici innovativa e competitiva rispetto alle altre regioni del Locarnese;
• Custodire e promuovere il patrimonio culturale locale

Descrizione:
Questo progetto riguarda gli assi tematici “Turismo” e “Società”. In generale Si tratta di:
• puntare sul turismo locale (oltre a quello proveniente da fuori Cantone) offrendo al contempo la presenza di infrastrutture alle persone residenti;
• valorizzare elementi già presenti sul territorio attraverso la promozione turistica e la segnaletica (ponte di Corcapolo, chiesa e camposanto di Palagnedra, cava di calce, zona parco dei mulini in zona di Lionza, mulino di Palagnedra);
• in relazione all’attività del museo etnografico regionale, promuovere il concetto di museo sul territorio;
Specificatamente invece:
• costruire un ponte “tibetano” (sospeso) che collega e valorizza gli interessanti villaggi di Moneto, Palagnedra (lunghezza: 330 m). Il ponte appare disegnato in blu sull’immagine seguente e congiungerebbe i due lati del percorso “Star Trekking” creando un percorso a «otto infinito». Ciò permetterebbe di ampliare considerevolmente le opzioni di percorso (e durata) a seconda della tipologia del visitatore e aumentando l’attrattiva del prodotto escursionistico delle Alte Centovalli.
• arricchire la valle di un elemento di interesse che permetta di valorizzare il patrimonio già presente;
• fornire una struttura di facile accesso per le famiglie e inserita nel circuito di sentieri esistenti;
• posizionare la struttura in un panorama mozzafiato (due pizzi: Gridone, Ruscada).
• offrire questa infrastruttura che promuove la visita di elementi storico-etnografici sul territorio.